Spingere e tirare con facilità

Utilizzando le ruote e le ruote con supporto ottimizzate è possibile alleggerire notevolmente i lavori più faticosi.

Sollevare, sostenere, spostare e posare, spingere e tirare: ecco alcune delle attività più frequenti quando occorre movimentare dei carichi manualmente. Questi faticosi lavori fisici sono frequenti soprattutto nei settori della logistica e della produzione e possono provocare notevoli rischi ai lavoratori. A seconda del peso del materiale da trasportare, i movimenti di spinta e trazione possono richiedere una forza notevole e, a lungo andare, possono sovraccaricare muscoli, tendini, legamenti e articolazioni. Questo può portare a delle conseguenze per la colonna vertebrale, le ginocchia, le anche e la zona mano-braccio-spalla.

Per ridurre il rischio di lesioni e malattie, molti paesi hanno introdotto linee guida che limitano il carico massimo trasportabile manualmente. In Germania, queste linee guida prendono il nome di Regolamento sulla Movimentazione dei Carichi (Lastenhandhabungsverordnung). In caso di attività prolungata, gli esperti raccomandano di non usare più del 15% della nostra forza massima muscolare. Il problema è che la forza muscolare varia notevolmente da una persona all'altra. Inoltre, è estremamente difficile valutare con precisione quanta forza occorre per spingere o tirare un carico nella realtà. Per questa ragione è praticamente impossibile definire limiti specifici cui i datori di lavoro e i dipendenti debbano attenersi.

130 milioni di giorni di malattia all’anno dovuti a problemi dell'apparato muscoloscheletrico

Ecco perché è fondamentale rendere ogni lavoro eseguito ripetutamente il più ergonomico possibile. Se avete bisogno di prove, vi basterà leggere le statistiche sui giorni di malattia. Secondo la relazione annuale sulla salute pubblicata dall'Associazione Federale dei Fondi di Assicurazione Sanitaria Aziendale [Dachverband der Betriebskrankenkassen] (BKK), i problemi dell'apparato muscoloscheletrico sono spesso la causa principale dell'impossibilità di recarsi al lavoro. Secondo l'Istituto Federale per la Sicurezza e la Salute sul Lavoro (BauA), solo questo problema nel 2015 ha portato a 130 milioni di giornate di malattia. Questo significa che le malattie dei tessuti e dell'apparato muscoloscheletrico gravano sull'economia tedesca per circa 25 miliardi di euro, pari allo 0,8% del PIL. Alle aziende vengono pertanto destinati significativi incentivi finanziari allo scopo di migliorare le condizioni di lavoro.

Una ragione alla base di queste cifre allarmanti è il nuovo scenario demografico. In molti paesi la vita lavorativa si è decisamente allungata. In genere, il personale meno giovane è più soggetto a problemi di salute come lombalgie o dolori articolari. Sono maggiormente a rischio i lavoratori degli stabilimenti produttivi, della logistica o dell’edilizia. Le loro attività prevedono spesso carichi da spingere o da tirare, con un pesante impatto sull'organismo.

La resistenza aumenta lo sforzo

In un certo senso, spingere o tirare i carichi semplifica il lavoro. Se un carico è troppo pesante per essere sostenuto o trasportato, per ridurre lo sforzo, si ricorre spesso a veicoli e apparecchiature da trasporto provvisti di ruote o ruote con supporto. Tuttavia, la loro movimentazione può essere altrettanto faticosa. Questo è causato dalla resistenza che si incontra per mettere in movimento, spingere, cambiare direzione o superare un ostacolo. La natura della resistenza dipende da svariati fattori, come la superficie del pavimento, il peso del carico, il tipo di scorrimento e la disposizione delle ruote. Naturalmente anche la qualità delle ruote riveste un'importanza fondamentale.

Ogni volta che si spinge o si tira un carico entrano in gioco le forze di spunto e di spinta. Per mettere in movimento una ruota in stato di fermo è sempre necessario esercitare una forza e lo stesso accade per mantenerla regolarmente in movimento. Quando si spinge un carico su un pavimento, il rivestimento della ruota viene continuamente compresso e decompresso, quindi, l'attrito al suo interno provoca uno spreco di energia. Questo si trasforma in forza di spinta. Aumentare il diametro della ruota può servire per ridurre la forza di spinta, ma è altrettanto importante scegliere il rivestimento più adatto. La geometria, la rigidità e l'elasticità che sceglierete faranno davvero la differenza.

Ogni cambio di direzione richiede una forza aggiuntiva

L'uso di ruote con supporto girevole aumenta la resistenza alla rotazione in molte attività che richiedono di spingere o tirare. Questa resistenza richiede una forza adeguata per spostare una ruota con supporto nella posizione desiderata nel momento in cui si cambia direzione. Oltre ai fattori citati sopra, la resistenza alla rotazione viene anche influenzata dal disassamento del supporto, ovvero dalla distanza orizzontale fra gli assi di rotazione del cuscinetto girevole e la ruota. Blickle offre supporti speciali con un disassamento progettato per ridurre al minimo la resistenza alla rotazione.

I rivestimenti in poliuretano offrono vantaggi significativi

Per un certo numero di prodotti utilizziamo i nostri rivestimenti in poliuretano Blickle Extrathane®, Blickle Softhane®, Blickle Besthane® und Blickle Besthane® Softsviluppati internamente. Questi uniscono eccezionali caratteristiche di scorrimento ad un’elevata elasticità. Le loro forze di spunto e di spinta estremamente basse assicurano la soluzione ideale per quasi tutte le applicazioni.

Un esempio è dato dalla nostra nuova serie di ruote ALB. Sviluppate proprio per le applicazioni più specifiche nel settore dell'intralogistica, hanno un rivestimento di alta qualità con geometria ottimizzata. Sono realizzate in Blickle Besthane, un elastomero di poliuretano ottenuto tramite colata. Le sue speciali peculiarità sono un'elevata elasticità di rimbalzo e un leggero arrotondamento. Questo riduce l’area di contatto, così come la compressione e la decompressione durante lo scorrimento. Il risultato finale è una riduzione della forza di spinta fino al 40% rispetto alle altre ruote in poliuretano. Questo significa che veicoli e apparecchiature da trasporto che montato la serie ALB sono molto più facili da spingere e tirare. Con una durezza di 92° Shore A, il rivestimento Blickle ha un’eccezionale capacità di carico dinamico. Perciò, queste ruote sono in grado di muoversi a velocità più elevate.

Elevato livello di integrazione verticale e rigorose procedure di prova

Il nostro laboratorio interno di collaudo ha una stazione specializzata per calcolare la forza di spunto, la forza di spinta e la resistenza alla rotazione. Il laboratorio viene utilizzato anche per testare il superamento degli ostacoli. Si tratta di prove più rigorose di quanto imposto dalle normative standard vigenti. Questo assicura che le nostre ruote e ruote con supporto rispettino i requisiti previsti.

La nostra gamma di ruote e ruote con supporto facilita la spinta e la trazione di carichi in qualsiasi situazione, riducendo anche i rischi per la salute.